La fortezza della solitudine - Jonathan Lethem

Postato da Mara Bevilacqua in Recensioni - Diario di lettura

La fortezza della solitudine
Jonatham Lethem
traduz. di Gianni Pannofino
Marco Tropea editore - 2004
€ 14,45

"Il cappuccio del parka imbottito di pelo di coniglio allacciato stretto al collo, la visuale già scarsa ulteriormente ridotta dalla testa china, la visione ristretta del ragazzo si limita alle punte rinforzate delle sue Converse, slanciate alternativamente in avanti dentro una finestra ovale bordata di pelliccia sopra un marciapiede che corre. Procede lungo Atlantic Avenue verso l’incrocio tra Flatbush Avenue e Fourth Street, le mani affondate nelle tasche, l’inverno a fornire un minimo di copertura, un’opportunità di nascondere le mani, la faccia, tutto il biancore. Attraversando Fourth Street è costretto a sollevare il mirino di pelliccia, spostarlo a destra e a sinistra, in attesa del momento giusto per attraversare le corsie di traffico intenso fino all’edicola sull’isola spartitraffico triangolare. Visto da dietro i parabrezza delle auto fumanti ferme al semaforo in Fourth Street o da dietro le vetrine polverose della Doray Tavern o del Triangle Pawn Shop, il ragazzo può anche sembrare una talpa o un ratto su due zampe, il cappuccio grigio sistemato in modo da somigliare a un naso inquieto e curioso, che annusi l’aria per captare il pericolo."