L’evoluzione di Calpurnia - Jacqueline Kelly

Postato da Flavia Macchia in Recensioni - A pesca di libri

L’evoluzione di Calpurnia
Jaqueline Kelly
Traduzione di L. A. Dalla Fontana
Salani - 2011
€ 16,80

L’hanno definito ‘l’anello mancante tra Mark Twain e Charles Darwin’. Al di là di valutazioni scientifiche un filo sensazionalistiche, L’evoluzione di Calpurnia è senza dubbio un libro scorrevole, piacevole, di contenuto. Il che non è dote comune nella narrativa per ragazzi recente, un po’ troppo concentrata su un cocktail frivolo e ripetitivo di vestitini, vampirini, messaggini e festini.

Le avventure che la bambina texana si trova ad affrontare, alle soglie del ventesimo secolo, sono degne del massimo rispetto. Non solo si trova alle prese con cavallette di diversi colori e dimensioni, piante mai viste prima e un’estate torrida senza condizionatori, ma deve anche fare i conti con i progetti di sua madre, che prevede per la sola figlia femmina di casa un futuro da angelo del focolare, nel quale la piccola naturalista in erba non si rispecchia affatto.
Molto più piccola donna lei di tante altre eroine sue coetanee, che a emanciparsi e ribellarsi a un futuro asfittico di corsetti e crinoline non ci pensano proprio.

Ci si chiede come diventerà Calpurnia da grande: riuscirà ad autorealizzarsi contro tutto e tutti o dovrà rassegnarsi allo spirito dell’epoca? Chiudendo il libro non si può far altro che sperare per il meglio.